In ritiro a Bagno di Romagna (FO)

Tutto l'anno

In ritiro a Bagno di Romagna (FO)

(Bagne ed Romàgna in dialetto bagnese o Bagn d'Rumàgna in romagnolo) è un comune italiano di 5.910 abitanti della provincia di Forlì-Cesena, in Emilia-Romagna. È situato nell'Appennino tosco-romagnolo, circa 50 km a sud del capoluogo. Parte del suo territorio è ricompreso nel parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, all'interno del quale è presente la riserva naturale integrale di Sasso Fratino, la prima istituita in Italia e una delle più pregiate d'Europa[2], inserita il 7 luglio 2017 dall'UNESCO nel Patrimonio Mondiale dell'Umanità all'interno del sito seriale Primeval Beech Forests of the Carpathians and Other Regions of Europe. Storicamente fa parte della Romagna toscana.È una località nota per le sorgenti termali. L'acqua termale è bicarbonato-alcalino-sulfurea, minerale, ipertermale, esce alla sorgente ad una temperatura di 47 °C. Studi geochimico-isotopici hanno dimostrato che la sorgente è alimentata da acque relativamente superficiali, Ie quali si mescolano con una componente profonda prima dell'emergenza.[3] Conosciuta per le proprietà curative delle sue acque fin dai tempi dei Romani, con il nome di Balneum, attualmente è una delle più note località termali italiane.Il municipio non si trova nella località che porta il nome del comune ma nell'adiacente San Piero in Bagno, dunque Bagno di Romagna è un comune italiano sparso; con i suoi 233,52 km² di superficie è anzi il comune sparso più grande dell'Emilia-Romagna.

Bagne ed Romàgna è un comune italiano di 5.910 abitanti della provincia di Forlì-Cesena, in Emilia-Romagna.

È situato nell'Appennino tosco-romagnolo, circa 50 km a sud del capoluogo, Forlì. Parte del suo territorio è ricompreso nel parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, all'interno del quale è presente la riserva naturale integrale di Sasso Fratino, la prima istituita in Italia e una delle più pregiate d'Europa[2], inserita il 7 luglio 2017 dall'UNESCO nel Patrimonio Mondiale dell'Umanità all'interno del sito seriale Primeval Beech Forests of the Carpathians and Other Regions of Europe. Storicamente fa parte della Romagna toscana.

È una località nota per le sorgenti termali. L'acqua termale è bicarbonato-alcalino-sulfurea, minerale, ipertermale, esce alla sorgente ad una temperatura di 47 °C. Studi geochimico-isotopici hanno dimostrato che la sorgente è alimentata da acque relativamente superficiali, Ie quali si mescolano con una componente profonda prima dell'emergenza.[3] Conosciuta per le proprietà curative delle sue acque fin dai tempi dei Romani, con il nome di Balneum, attualmente è una delle più note località termali italiane.

Il municipio non si trova nella località che porta il nome del comune ma nell'adiacente San Piero in Bagno, dunque Bagno di Romagna è un comune italiano sparso; con i suoi 233,52 km² di superficie è anzi il comune sparso più grande dell'Emilia-Romagna. 

È situato nell'Appennino tosco-romagnolo, circa 50 km a sud del capoluogo, Forlì. Parte del suo territorio è ricompreso nel parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, all'interno del quale è presente la riserva naturale integrale di Sasso Fratino, la prima istituita in Italia e una delle più pregiate d'Europa[2], inserita il 7 luglio 2017 dall'UNESCO nel Patrimonio Mondiale dell'Umanità all'interno del sito seriale Primeval Beech Forests of the Carpathians and Other Regions of Europe. Storicamente fa parte della Romagna toscana.È una località nota per le sorgenti termali. L'acqua termale è bicarbonato-alcalino-sulfurea, minerale, ipertermale, esce alla sorgente ad una temperatura di 47 °C. Studi geochimico-isotopici hanno dimostrato che la sorgente è alimentata da acque relativamente superficiali, Ie quali si mescolano con una componente profonda prima dell'emergenza.[3] Conosciuta per le proprietà curative delle sue acque fin dai tempi dei Romani, con il nome di Balneum, attualmente è una delle più note località termali italiane.Il municipio non si trova nella località che porta il nome del comune ma nell'adiacente San Piero in Bagno, dunque Bagno di Romagna è un comune italiano sparso; con i suoi 233,52 km² di superficie è anzi il comune sparso più grande dell'Emilia-Romagna.

La quota comprende

4 giorni/3 notti di pensione completa in hotel 3*

Due allenamenti al giorno di 90 minuti

Una amichevole con arbitro

Lavaggio muta di allenamento 1 volta al giorno

Acqua ai pasti compresa

Sistemazione in camera 3\4 letti

Supplementi

Massaggiatore

Organizzazione Trasfert (aeroporti, campi da calcio ecc)

Organizzazione escursioni

Prenotazione biglietti per partite serie A e B dove previste

Richiedi Subito